Pratiche amministrative: come affrontarle

Pensare di aprire una agenzia di disbrigo pratica è oggi una delle tante idee da metter in campo per chi vuol avviare una propria attività. Si tratta fondamentalmente di un’agenzia di fiducia che prende in carico le troppe pratiche amministrative e burocratiche dei cittadini, che per un motivo o per l’altro non riescono a sbrigare da soli.

Si tratta di un tipo di impresa che espleta le pratiche indirizzate per lo più ad enti pubblici come Agenzia delle Entrate, Inps, Camera di commercio, Prefettura, Catasto e tutti quegli uffici o sportelli ove noi comuni mortali abbiamo il terrore di recarci o rivolgerci anche solo per delle informazioni.

Ma non solo; le agenzie di disbrigo pratiche si occupano anche di rilasciare o ritirare certificazioni di enti vari. L’ambito nel quale operano è vastissimo e questo permette loro di creare importanti servizi di intermediazione.

Intraprendere questa attività richiede la conoscenza dei meccanismi del funzionamento dell’amministrazione, in particolare dei registri pubblici e degli uffici tributi sparsi nel territorio. E’ una professione che richiede uno scrupoloso aggiornamento, soprattutto perché il panorama legislativo entro il quale si muove è in continua evoluzione. Inoltre la digitalizzazione ha fatto diminuire le scartoffie ma ha moltiplicato il lavoro telematico, quindi precisione ed attenzione non possono mai venir meno.

Le offerte ed i servizi per i cittadini e le imprese rimangano sempre tanti e di grande importanza; col tempo è anzi aumentata la richiesta di specifiche competenze soprattutto nel campo digitale. Agenzie per il disbrigo di una visura catastale può essere svolto in autonomia, ma l’agenzia specializzata ci impiega meno tempo ed è più efficiente.

Ad oggi non si ha una precisa contezza delle agenzie di disbrigo pratiche presenti sul nostro territorio e questo è dovuto principalmente al fatto che esse non hanno un determinato riconoscimento giuridico.

E’ dunque una professione in costante evoluzione soprattutto dal punto di vista tecnologico; questo ha determinato la conoscenza di alcune materie quale marketing ed informatica.

Oggigiorno molte pratiche si trasmettono esclusivamente per via telematica; questo avviene per la dichiarazione dei redditi da inoltrare all’Agenzia delle Entrate, per i pagamenti dell’Iva, per le iscrizioni le cancellazioni ed il deposito di atti da presentare presso la Camera di Commercio; per quest’ultima viene usato un servizio online che consente l’accesso ai dati camerali. L’obbligatorietà dell’utilizzo telematico è stato esteso fin dal 2008 anche alle imprese individuali. In questo modo è possibile accedere alla banca dati in modo tale da presentare atti e richiedere certificati al Registro Imprese, pagando online i diritti camerali.

I vari documenti da spedire vengono appositamente predisposti da software che garantiscono validità legale dei documenti mediante firma digitale e codice fiscale.

 

 

(Visited 9 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *