I rishci della dieta weight watchers

I rischi della dieta weight watchers

A volte la fatica di mettersi a stecchetto è più mentale che altro, vero? Per chi trova difficile anche solo dare un peso agli “sgarri”, nascono alcuni sistemi dotati di…punteggio.

Controindicazioni e rischi della dieta weight watchers, panoramica

Quando si vuole perdere peso è abbastanza inutile – se non controproducente – seguire approcci da fame per un paio di settimane per poi tornare a compiere gli stessi identici errori alimentari. Per questo motivo nasce la dieta weight watchers, la quale viene proposta non solo per dimagrire sul momento ma come e vero e proprio programma educativo da continuare a seguire per tutta la vita. Numerosi gli spunti presenti al suo interno, li vedremo rapidamente per poi rispondere all’inevitabile quesito: vi saranno controindicazioni e rischi della dieta weight watchers di cui tenere conto? Dunque, sostanzialmente per iniziare questa dieta è necessario iscriversi (pagando, ovviamente) ad un apposito gruppo motivazionale dove non solo si verrà spronati ma si riceveranno anche informazioni riguardanti quelle che sarebero le corrette abitudini alimentari. L’aspetto psicologico è parimenti importante: si viene spinti a cercare di raggiungere l’aspetto fisico desiderato, anche con grandi sacrifici. Ad ognuno viene dato un punteggio massimo da raggiungere durante la giornata – che va a sostituire il classico calcolo calorico – stilato in base ad età, peso, altezza, attività lavorative e sportive e via dicendo. Consentiti praticamente tutti gli alimenti, a cui ovviamente corrisponderanno punti diversi, eccezion fatta per quelli che sono la spina nel fianco di ogni dieta che si rispetti: superalcolici e bevande zuccherate. Nella dieta weight watchers si consiglia di assumere vitamine e chi riesce da subito a perdere peso ed a non riacquistarlo dopo entra a far parte del gruppo in modo permanente, stimolando così una sorta di circolo virtuoso.

Un approccio piuttosto rigido

Dalla descrizione di cui sopra pare che non vi siano enormi controindicazioni e rischi della dieta weight watchers a cui badare, ma nella realtà dei fatti le cose non stanno così. Innanzitutto il famoso gruppo è composto in modo piuttosto eterogeneo, e sappiamo bene che per perdere peso in modo definitivo e sano sarebbe meglio rivolgersi ad uno specialista in tal senso, dunque un medico. La compilazione del diario alimentare poi è una cosa che va presa estremamente sul serio, e se siete persone poco precise e metodiche allora ci sono alte probabilità che siate destinati ad un mero fallimento. C’è poi un altro aspetto, a tratti ben più grave, da considerare nella dieta weight watchers. E’ cosa nota infatti che in questa tipologia di gruppi una percentuale di fruitori è costituita da persone che soffrono in qualche maniera di un vero e proprio DCA: disturbo del comportamento alimentare. Ora, è chiaro che un soggetto che non ha mai manifestato problemi in tal senso probabilmente non è a rischio, ma se invece anche solo una volta nella vita vi siete trovati a combattere contro entità quali bulimia, anoressia o binge eating disorder allora forse sarebbe meglio cercare di evitare di frequentare certe tipologie di ambienti.

(Visited 18 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *