Gli effetti benefici del massaggio svedese

Gli effetti benefici del massaggio svedese

Il massaggio svedese viene considerato la “base” per tutti gli altri tipi di massaggi e nonostante il nome, questo non ha avuto origine nel paese scandinavo. Lo scopo primario del massaggio svedese, è quello di rilassare l’organismo del paziente e migliorare il benessere generale. A questo massaggio però, sono legati anche moltissimi altri effetti benefici, che scopriremo nel corso di questo articolo, con una piccola precisazione: le controindicazioni.

I benefici del massaggio

Come già detto nella nostra introduzione, il massaggio svedese, ha come scopo principale, quello di rilassare l’organismo del paziente. Questo, lo si ottiene riducendo il dolore, la rigidità muscolare e stimolando la circolazione. Il massaggio svedese, in generale, è ottimo per migliorare il tono muscolare e rimuovere le tossine. Inoltre, grazie a questo massaggio “base”, è possibile ridurre i tempi di recupero, in seguito ad infortuni o episodi di affaticamento. La stimolazione della circolazione del sangue, infatti, consente di drenare le scorie metaboliche, l’acido urico e il tanto odiato acido lattico. Il miglioramento dato dalla circolazione del sangue, inoltre, consente un ricambio dell’ossigeno nei tessuti, senza aumentare il carico cardiaco. Il massaggio svedese, può rappresentare un’ottima soluzione anche per la cura di certi tipi di edema e migliora la capacità di auto-guarigione dell’organismo, conseguente ad un infortunio muscolare o scheletrico. Le tecniche di massaggio svedese, prevedono una manipolazione intensa, sia superficiale che profonda, di tendini e legamenti, in modo da liberare dalla tensione i muscoli, rendendoli più elastici e migliorando postura e mobilità muscolare.

Addio a stress ed ansia

Questa particolare tecnica di massaggio, stimola anche il sistema nervoso e l’epidermide, contribuendo alla riduzione di ansia e stress, e migliorando il rilassamento del corpo. Tutto ciò, riduce anche la sensazione di dolore per patologie croniche. Da ricordare, infine, che il massaggio, rende la pelle più luminosa e levigata dopo il trattamento. L’obiettivo finale di un massaggio svedese, è quello di migliorare il benessere fisico e il rilassamento mentale, oltre che l’elasticità di tessuti e articolazioni. Le persone che lo hanno provato, tra gli effetti più comuni, ricordano un certo rinvigorimento generale. Si percepisce, dopo ogni massaggio, una vera e propria forza interiore, che prima sembrava sopita dalla fatica accumulata ogni giorno. Questo benessere generale e la rinnovata energia, migliorano anche l’autostima e il benessere psicologico.

Quali sono le controindicazioni

In generale, il massaggio svedese, viene considerato sicuro per uomini e donne di qualsiasi età. Tuttavia, viene sconsigliato per tutte quelle persone che stanno attraversando una fase acuta di una qualsiasi malattia o presenza patologie croniche abbastanza particolari. Si sconsiglia di sottoporsi a questo trattamento, soprattutto alle persone che soffrono di: stati febbrili, diabete, osteoporosi, fratture ossee, ferite aperte, malattie infettive della pelle, eruzioni cutanee, dermatiti e flebiti.

Di norma, è necessario mettere al corrente il terapista/massaggiatore se:

  • in passato si è stati colpiti da esaurimento nervoso, embolia, ictus, attacco cardiaco o aneurisma;
  • si soffre di infiammazioni di qualsiasi genere, arteriosclerosi, borsiti, artriti, emofilia, diverticoliti, cisti, paralisi, ernie, vene varicose e edemi;
  • si avverte, in una qualsiasi parte del corpo, sensazione di formicolio o torpore.
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *